NATALE ATTANASIO


- Siete interessati alla vendita di un dipinto ad olio o un acquarello di Natale Attanasio?

- Volete un realizzo immediato senza aspettare i tempi delle vendite all’Asta?

- Avete semplicemente bisogno di una stima delle vostre opere aggiornata agli attuali valori di mercato?


Contattatemi al:


3286628916
(anche foto via whatsapp)

e/o inviate una email a:

acquistodipinto@gmail.com

o utilizzate il modulo contatti del sito qui


TORNA ALL’ELENCO DEGLI ARTISTI



BIOGRAFIA

Da ragazzo dimostrò una spiccata attitudine al disegno e alla colorazione, ed ottenne dal Comune una borsa di studio per frequentare a Napoli l'Accademia. Fu allievo del Morelli e riuscì artista di gusto fine e di genialità notevole.
Nel 1881 espose a Milano due lavori: Un accattone alla porta della chiesa e La Sibilla in ritardo, giudicati una buona promessa.
Due anni dopo presentò alla Mostra di Roma un altro quadro che fu premiato, e nel 1884 portò al­l' Esposizione di Torino due grandi lavori: Le pazze in orazione che oggi trovasi nel museo civico di Catania, e Bernardo Palissy nell' atto che riesce ad inventare una nuova maniera decorativa della ceramica. Dal 1886 al 1889 fu docente di disegno nella Scuola d'arte e mestieri di Catania. Per commissione del Municipio di Catania eseguì i ritratti dei Sovrani d'Italia, Umberto I e Margherita di Savoja, che decorano una delle sale del Palazzo civico. I lavori dell'Attanasio sono sparsi in molte città d' Europa. Le sue opere si snodano su una tematica di dolore e di disperazione.
Si ricordano con queste tele: Il pensiero dominante—Lagrime e delitti—Le vittime — Ricchezza e miserie—Corinna — L' Orfana dell'Annunziata — Una figlia dell'Etna — Dopo la messa. All' Esposizione di Venezia presentò il quadro Lachryme rerum(Le pazze in orazione - il capolavoro).  Attanasio, che aveva allora trentott'anni si era defintivamente stabilito nella capitale e in un manicomio femminile studiava le espressioni e gli atteggiamenti delle ricoverate, annotandoli, di volta in volta, in uno schizzo a matita o a pastelli colorati. Ne son rimasti, di questi « appunti », centinaia. Un neuropsichiatra può distinguervi a colpo d'occhio la paranoica, la psicastenica, la ne­vrotica, la schizofrenica. Il quadro fu esposto a Torino nell'84 e otto anni dopo a Palermo, Attanasio  sperava che la acquistasse la Galleria d'arte moderna di Roma; ma le trattative non andarono e regalò il quadro al Comune di Catania, la tela si trova al Castello Ursino. All'Esposizione Nazionale di Palermo, presenta nel 1892: Una cucin a economica e Una scuola industriale. Inoltre ha eseguito molti ritratti anche per commissione di personaggi stranieri.