NAPOLEONI NANI

ottocento veneto, favretto, milesi, ciardi, da rios, rotta
ottocento veneto, favretto, milesi, ciardi, da rios, rotta

- Siete interessati alla vendita di un dipinto ad olio o un acquarello di Napoleone Nani?

- Volete un realizzo immediato senza aspettare i tempi delle vendite all’Asta?

- Avete semplicemente bisogno di una stima delle vostre opere aggiornata agli attuali valori di mercato?


Contattatemi al:


3286628916
(anche foto via whats’up)

e/o inviate una email a:

acquistodipinto@gmail.com

o utilizzate il modulo contatti del sito qui


TORNA ALL’ELENCO DEGLI ARTISTI



BIOGRAFIA

Fu allievo di P. M. Molmenti all'Accademia di Belle Arti di Venezia, dove insegnò in seguito elementi di figura. Nel 1874 si trasferì a Verona per assumere la direzione dell'Accademia Cignaroli. Il dipinto Nello studio documenta il suo interesse per la didattica, la sua abilità luministica e l’attenzione per il naturale. Nella grande tela di soggetto patriottico Daniele Manin e Nicolò Tommaseo portati in trionfo in piazza San Marco, realizzata fra il 1874 e il 1876 per la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, seppe rendere efficacemente la ricercata verità ottica, attraverso l’impiego della luce radente e l'esaltazione del colore locale. I suoi ritratti e le scene di genere, di un realismo al di fuori delle convenzioni accademiche (Il ciabattino, 1884, Verona, Galleria d’Arte Moderna), furono presentati con successo alle maggiori mostre italiane (Reminescenze, esposto a Genova nel 1872; La posa, Autoritratto, esposti a Napoli nel 1877; Discussione d'un articolo, esposto a Milano nel 1878; La macchina riposa, il cuore lavora, esposto a Venezia nel 1881) e internazionali (Lo studio di un pittore, esposto a Vienna nel 1873; Un giudizio, esposto ad Anversa nel 1885; Il vizio, esposto a Parigi nel 1889).